IV TAPPA CHEFS' CUP
IV TAPPA CHEFS' CUP 2015
20 Febbraio Perugia - Ristorante Collins, Hotel Brufani Palace
I Profili degli Chef in Gara: Mchele Biagiola e Nicola Damiani
 
 
MICHELE BIAGIOLA, classe 1973, è uno degli chef italiani di maggior talento. La sua cucina è difficilmente circoscrivibile all’interno di categorie predefinite; né di stampo classico né di avanguardia in senso stretto, essa dipende in maniera pressoché totale dal territorio di appartenenza, dalla tradizione gastronomica marchigiana e dalle esperienze professionali e umane che costellano la vita dello chef. I suoi piatti flirtano con la cucina popolare, con la memoria personale e collettiva, con gli usi convenzionali degli alimenti, ma poi prendono il largo, si rendono autonomi e vivono liberamente grazie alla grande forza che emanano.
Nel suo laboratorio immerso nella campagna maceratese, l’Enoteca le Case, ha intrapreso una strada ardita e complicata: tenere in equilibrio una proposta commerciale d’eccellenza con una cucina etica, che pratica in maniera inappuntabile il chilometro zero e il biologico e di conseguenza la stagionalità e la territorialità. Una cucina viscerale intrisa di impegno e passione. Il piatto che più lo rappresenta è l’“Orto nel piatto”: una selezione di tante erbe che crescono spontaneamente nella campagna italiana, adagiate su una base vegetale e millimetricamente distanziate l’una dall’altra per fare di ogni boccone e di ogni sapore una sensazione differente, buona o cattiva che sia. È un modo per dimostrare che gli elementi naturali sono in grado di regalare una sensorialità complessa, ed è la maniera migliore di declinare la territorialità e quindi la cucina italiana di valore.
 
 
NICOLA DAMIANIdice di lui “sono nato a Pisa il 19/10/1978, sono cresciuto a Cascina con i miei genitori e mio fratello Alessio, di 3 anni più grande. Nel 2004 mi sono sposato con Tatiana ed insieme ai nostri due figli (Noemi 21 anni e Edelu Enrico di 8) abitiamo nelle colline del Chianti. La mia passione per la cucina è nata quando a 14 anni ho deciso di frequentare l’istituto alberghiero G. MINUTO a Massa Carrara dove per 5 anni ho vissuto in convitto, tornando a casa solo nel fine settimana. Ho conseguito il diploma nel medesimo istituto nel 1997.  Nei periodi estivi, sia prima del diploma che successivamente, ho lavorato in Versilia presso l’Hotel Franceschi, albergo della famosa Capannina di Forte dei Marmi e presso il ristorante L’Orsa Maggiore dove sono riuscito a coprire la mansione di Capo Partita ai Primi Piatti .
Dopo un’esperienza in Lunigiana durata circa un anno e una stagione estiva all’Isola d’Elba ,nel 2002 ho conosciuto Marcello Crini, Patron insieme alla famiglia Antinori dell’Osteria di Passignano. Con lui sono riuscito a crescere grazie a numerosi viaggi enogastronomici, alla ricerca di materie prime e produttori tipici, sia in Italia che all’estero.
Nel 2007 insieme al collega Matia Barciulli è arrivata la gratificazione della stella Michelin, traguardo che non ha sminuito la voglia di migliorare e crescere, cosi da poter soddisfare e incuriosire la clientela dell’Osteria di Passignano”.
 

Commenti
Nessun commento