GOSIO-SGARRA SI ISPIRANO A MISERIA E NOBILTÀ
La seconda edizione della IMAF CHEFS' CUP Italia è stata ospitata per l'ottava e penultima tappa in una location inedita, come sempre parte delle prestigiose strutture alberghiere della catena cinque stelle SINAil Ristorante Le Scuderie del Relais Villa Matilde a Romano Canavese (TO).
 
I due protagonisti di questo nuovo appuntamento della competizione tra chef stellati ideata da Rossella Canevari sono stati Chef Felice Sgarra (Ristorante Umami, Andria - BT) in coppia con Chef Maura Gosio (Ristorante Royal e Golf, Courmayeur - AO).
 
I due chef, sulla base del tema principe della manifestazione, "Film tratti da libri", hanno reso omaggio a "Miseria e Nobiltà", tratto dalla famosa opera teatrale di Eduardo Scarpetta, opera che raggiunse l'apice del successo proprio grazie al film di Mario Mattoli del 1954, interpretato dal mitico Totò. 
 
Il primo cooking show è stato quello a cura di Felice Sgarra. Il giovane chef, talentuoso e con una dialettica assolutamente invidiabile, ha incantato la sala parlando dei gusti e dei sapori che direttamente dalla sua terra, la Puglia, sono arrivati nei piatti del pubblico e della giuria dell'ottava tappa di Imaf Chefs Cup. Ingendiente principe del piatto è una Burrata fresca e dolce di Andia da 100 grammi a cui lo chef ha accostato l'acidità di un salsa con aceto di lamponi, i fiori di zucchina e i pomodorini galatini canditi. Una ricetta estrosa, semplice da fare in cui la materia prima la fa assolutamnete da padrone. 
 
Quindi è stata la volta della bravissima chef Maura Gosio. Dopo un antipasto creato da uno chef del Sud, è stato il turno di un primo piatto cucinato e pensato da una chef che vive e lavora al nord, con una tecnica inappuntabile, un rigore e una timidezza di fondo che ben si sono unite al carattere estroverso del suo compagno di gara.  Maura, dunque, ispirata dalla verve di Felice Sciosciamocca ha creato un ottimo pacchero mezzo arrabbiato, il mezzo è dovuto al fatto che la metà circa dei paccheri utilizzati sono mezzi paccheri, con una differente cottura dunque, conditi elegamente nel piatto con una deliziosa salsa di peperoni rossi dolci, friggitelli e i buonissimi jalapenos. Una ricetta mediterranea rivisitata dal sapore inteso e accativante, come quelle che normalmente la chef serve nel suo ristorante di Courmayeur. 
 
Ricette che hanno colpito positivamente il pubblico presente in sala, nonché la giuria di esperti del settore chiamati a votare al termine del coking show:
 
- SANDRA SALERNO (Blogger, untoccodizenzero.it)
- LUCA IACCARINO (Giornalista enogastronomico - La Repubblica)
- MARIACHIARA MONTERA (Blogger, thechefisonthetable.it)


Ed ecco come i tre giornalisti del mondo enogastronomico si sono espressi rispetto a "La Burratina" e "Un pacchero mezzo arrabbiato":

1) bontà del piatto: 17 su 20
2) aderenza al tema: 20 su 20
3) complicità di coppia: 14 su 20
4) costo del piatto (rapporto costo/bontà): 20 su 20

TOTALE PUNTEGGIO: 71

 

 

Oltre alla giuria e al giudice garante Sergio di Sabato, direttore marketing di Kimbo.

A completare il menù della serata una serie di specialità proposte dallo chef resident del Ristorante Le Scuderie, MAURO VICINI.
 

La prossima tappa della seconda edizione della IMAF CHEFS' CUP sarà anche l'ultima e a Napoli, a bordo della prestigiosa MSC Splendida, il 14 Aprile 2014. Film protagonista: "Alice nel Paese delle Meraviglie".

 
 
Classifica Generale 
della II° ed. della IMAF CHEFS' CUP
 
 
Photos Courtesy of Franco Covi
Rossella Canevari styling by Nathalie Schlaeger

Commenti
Nessun commento