CAPPUCCIO-SIVIERO. LA SESTA TAPPA DEDICATA A VENEZIA
Lo scorso 4 giugno, nel corso della sesta tappa della IMAF CHEFS' CUP che si è tenuta presso L'Antinoo's Lounge and Restaurant del Centurion Palace di Venezia, i due chef stellati Paolo Cappuccio (La Casa degli Spiriti a Costermano, Verona) e Piergiorgio Siviero (Lazzaro 1915 a Pontelongo, Padova), hanno "messo in tavola" attraverso un riuscitissimo cooking show tutto il loro talento, dimostrando di possedere notevoli capacità tecniche, oltre a tutta la creatività e l'affiatamento che la competizione gastronomica ideata da Rossella Canevari richiede.
 
I due chef, che svolgono con grandi soddisfazioni il loro mestiere nella stessa regione, il Veneto, e sono entrambi abituati al gioco di squadra, amanti di quei tecnicismi che impreziosiscono la tradizione, nonché sempre attenti e rispettosi nella scelta e nell'uso in abbinamento delle materie prime, hanno però alle spalle due percorsi professionali differenti che li hanno portati anche a realizzarsi in ambienti gastronomici diversi.
 
 
Fattore, questo, che non si è rivelato un ostacolo, ma un valore aggiunto, rendendo ancora più suggestiva l'intera performance, dedicata per l'occasione proprio alla città di Venezia.
 
 
Ecco i piatti degustati:
 
Paolo Cappuccio ha reso omaggio al cinema, che nella Laguna vede la sua massima espressione nel Festival del Cinema di Venezia, esemplificandolo nelle figure del celebre due comico in bianco e nero Stanlio e Olio"Bianco e nero di seppia servito in trasparenza" è il suo piatto, un secondo caldo tipico della tradizione culinaria veneta, semplice nei colori e negli ingredienti, ma ricco di sapori, grazie alle protagoniste della ricetta, quelle particolari seppie che popolano l'Adriatico,  impreziosite da una deliziosa mousse di patate così come la si cucinava un tempo. 
 
 
 
Piergiorgio Siviero, con il suo "I giardini di Venezia", è invece partito da tutt'altra prospettiva e dal concetto che "dietro c'è molto di più", realizzando un piatto freddo composto da filetto di sogliola dell'Alto Adriatico, in cui ha "nascosto" insalate, erbe e fiori, come asparagi di Conche, insalata ghiaccio, fiori eduli, aneto, cerfoglio, erba cipollina, contenuto arricchito da un hummus di ceci, una riduzione di aceto di lamponi, gelato caldo di mandorle e aglio e pesto alla veneziana.
 
 
 
Quindi, se da un lato Siviero ha voluto stupire con un piatto molto coraggioso e piuttosto complesso, tanto nella percezione al palato, per richiamare la varietà dei sapori dell'orto, quanto nei tempi lunghi di preparazione, Cappuccio ha preferito un piatto meno articolato concettualmemte e dal gusto immediato e netto, anche se per questo non meno d'impatto.
 
I due chef stellati si sono quindi cimentati in altrettante ricette fortemente ispirate alla tradizione gastronomica veneta, ma molto diverse sia nell'idea di partenza che nel risultato, dando così vita a un cooking show dove i due piatti hanno finito per bilanciarsi reciprocamente.
 
 
 
La giuria ha interagito con entusiasmo durante tutta la performance, partecipando con grande interesse insieme al pubblico, in questa occasione composto non solo da molti veneziani ma anche da tanti stranieri. 
 
 
Ecco i componenti della giuria di qualità:

Riccardo Petito - Giornalista Il Gazzettino
Enrico Bellinelli - Giornalista Corriere del Veneto
Vera Mantengoli - Giornalista La Nuova Venezia
 
 
 
 
 
La valutazione dei suddetti giurati è stata la seguente:

bontà del piatto: 12
aderenza al tema: 13
complicità di coppia: 11
 
Giuria garante: 15
 
TOTALE: 51
 
 
Nonostante la bravura dimostrata dai nostri due chef protagonisti della sesta tappa veneziana, al primo posto nella classifica generale resta la coppia Marziale-Cerveni, davanti alla coppia Stabile-Mattei, seguita da Bowerman-SadlerCogo-NegriniDe Cesare- Marchini, Cappuccio-Siviero.
 
 
 
TUTTI I VIDEO DELLA SERATA SARANNO VISIBILI A BREVE
 
GUARDA VIDEO E IMMAGINI DELLE TAPPE PRECEDENTI sulla pagina FACEBOOK e sul canale di YouTube dedicato in continuo aggiornamento!
 
Per prenotazioni e info sulle prossime tappe (a Venezia il 4 giugno e a Viareggio l’11 giugno): sina.marketing@sinahotels.com - tel 06488933200

Commenti
Nessun commento