BENEDETTO CICO, PARTNER DI IMAF CHE'S CUP, SI RACCONTA
Benedetto Cico, veronese di nascita americano d'adozione, si è trasferito negli States più di trent'anni fa, e oggi si divide tra New York e la California, da dove gestisce l'azienda USABOUND e il marchio Gusto Academy.
 
EATART si è avvalsa della sua collaborazione per l'organizzazione dei tre eventi conclusivi della prima edizione della IMAF CHEF'S CUP, che avranno luogo il 9,10 e 11 di settembre al ristornate IL FORNAIO nella splendida San Francisco.
 
L'INTERVISTA:
 
Ci racconti brevemente il tuo percorso professionale negli States ?
Sono arrivato negli Stati Uniti nel 1982. Con un viaggio cross-continent in bus da New York alla California ho quindi raggiunto la West Coast e ho deciso che era il posto dove volevo vivere. Ho cominciato a lavorare nel campo del turismo e della ospitalità a Los Angeles in occasione delle Olimpiadi estive del 1984.
 
Che cos’è USABOUND ? 
USABOUND e’ la nostra azienda che dal 1984 fornisce a tour operators, agenzie di viaggi, società di comunicazione e aziende di servizi gli strumenti per l’organizzazione di viaggi negli Stati Uniti, dalla vacanza alla progettazione di eventi, congressi, viaggi di aggiornamento professionale. Siamo presenti con nostri uffici a New York e in California, e abbiamo collaboratori nelle principali destinazioni nord-americane, in particolare Los Angeles, Miami, Boston, Chicago e Las Vegas. Da anni USABOUND è anche agente generale esclusivo per strutture ricettive quali l’East River Residence di New York e il San Anselmo Inn in California.
GUSTO ACADEMY e’ il nostro brand specializzato nell’organizzazione di viaggi ed eventi per operatori del settore enogastronomico, iniziative come IMAF CHEFS’ CUP che valorizzano e diffondono nel mondo le eccellenze dell’enogastronomica italiana. Organizziamo conferenze stampa, assaggi e degustazioni, incontri con buyers e importatori, viaggi di aggiornamento professionale (territorio dei vini di Napa e Sonoma, grande e piccola distribuzione negli USA) e molto altro ancora.
 
Il concept ideato da EATART di cui Rossella Canevari è presidente e da cui nel 2013 ha preso il via la prima edizione della IMAF CHEFS’ CUP, ruota attorno all’unione di cibo e arte. Come vi siete conosciuti con Rossella e soprattutto e com’è nata questa proficua collaborazione internazionale tra USABOUND e EATART?
Sono stato presentato a Rossella durante la serata USABOUND American Nights a Milano, e abbiamo subito capito che ci sarebbero state numerose e fruttuose opportunità di collaborazione.
 
Sulla base della tua esperienza, in tempi recenti, come è cambiato il modo di concepire e rapportarsi degli stranieri verso la cucina e i prodotti tipici italiani? Il pubblico americano accoglie con entusiasmo e apprezza eventi come quelli organizzati da EATART in California?
Il pubblico californiano è molto appassionato di cucina Italiana, tra l’altro tantissimi la provano di persona direttamente in loco nel corso dei loro numerosi viaggi in Europa, per cui si aspettano la stessa qualità anche a casa. Allo stesso tempo, la California è per definizione terra di creatività, innovazione e sperimentazione, per cui ogni ricetta viene adattata ai prodotti e alle stagionalità locali, e unita alle altre tradizioni culinarie tipiche della nostra cultura.

Commenti
Nessun commento