A TU PER TU CON GIULIO TERRINONI
Chef Giulio Terrinoni nasce a Fiuggi nel 1975 da una famiglia di ristoratori che gli trasmette la passione per la cucina, in particolare per quella tipica della loro regione, il Lazio. 
 
Dopo la scuola alberghiera inizia subito a lavorare nella sua zona, per spostarsi poi a Roma dove ha modo di mettersi alla prova con piatti e un pubblico di stampo internazionale. Di nuovo a Fiuggi, impara l’organizzazione di un ristorante di alto livello a La Torre, ristorante dello chef Antonio Ciminelli, mentre l’acquisizione di tecniche ai fornelli decisamente innovative la deve all’incontro con lo chef Fabio Tacchella.
 
Tornato a Roma gli viene affidato l’incarico di secondo Chef presso il nuovo ES Hotel, incarico che lascia poco tempo dopo per gestire la cucina del ristorante Panda nell’elegante quartiere Parioli, con il ruolo di Executive Chef. Proprio in questo fortunato periodo conosce lo Chef Angelo Troiani con il quale nasce  Acquolina, ristorante di pesce nella splendida cornice di Collina Fleming. Un successo pubblico coronato dalla Stella Michelin nel 2009
 
Inoltre, sempre nel 2009, partecipa all’evento di cucina d’autore e arte“Assaggi di Teatro”, mentre nel 2010 entra nel circuito dei JRE Giovani Ristoratori d’Europa e, dal 2012, è docente Coquis – Ateneo Italiano della Cucina.
 
Partecipa anche a numerose trasmissioni televisive tra cui Eat Parade, Cucine d’Italia, Uno Mattina, La Prova del cuoco e Alice TV.
 
La sua esperienza e la sua professionalità, lo spingono ad aprire nel 2011 I-Food Consulting con Angelo, Massimo e Giuseppe Troiani. I-Food è una società di consulenza per la ristorazione e fornisce un supporto completo a coloro che vogliono investire in questo business avvalendosi dei migliori professionisti del settore.
 
Pochi mesi fa è uscito “L’importanza del riccio” (novembre ’13, Iacobelli Editore), il suo primo libro autobiografico, che raccoglie non solo le ricette di questo giovane chef tra mare e terra, ma anche riflessioni e suggerimenti sulle materie prime di eccellenza e su dove acquistarle.
 
E proprio fianco a fianco con Chef Angelo Troiani (Ristorante Il Convivio Troiani, Roma), Chef Giulio Terrinoni (Ristorante Acquolina, Roma) si esibirà in un eccezionale cooking show che avrà luogo il 28 febbraio 2014 a Perugia, in occasione della quinta tappa della seconda edizione di IMAF CHEFS' CUP, presso il Ristorante Collins dell'Hotel Brufani Palace.
 
IL TEMA CHE ISPIRERA' IL COOKING SHOW DELLA COPPIA DI CHEF E': "Forrest Gump"
 
L'INTERVISTA: 
 
Come hai iniziato a fare lo chef? Descrivi il tuo percorso lavorativo in breve
La mia passione per la cucina è nata in famiglia; i miei genitori avevano un ristorante di cucina tradizionale laziale in un paesino vicino Fiuggi e già da piccolissimo ero molto affascinato da mia madre mentre cucinava. Ho iniziato a fare il cuoco a 14 anni negli alberghi e ristoranti di Fiuggi, dove sono nato, e ho appreso le basi della cucina classica. Dopo diverse esperienze importanti sia a nella mia città che a Roma – Hotel Sheraton, ES Hotel, Panda… - cruciale fu l’incontro con Angelo Troiani, con il quale è nato il progetto Acquolina. Un successo pubblico coronato dalla stella Michelin nel 2009.
 
Quali ‘ingredienti’ ti hanno permesso di farcela?
Determinazione e passione.
 
Qual è la caratteristica principale del tuo carattere?
Dicono testardaggine!
 
Il tuo piatto preferito?
Tagliolini fatti in casa (da mia madre), pomodoro e basilico.
 
Qual è l'ingrediente che usi di più in cucina?
Sono tre: testa, cuore e braccio.
 
Quando non sei ai fornelli qual è la tua attività preferita?
Correre, stare con la famiglia e gli amici.
 
Il tuo rapporto con il cinema e il tuo film preferito.
Purtroppo non vado molto al cinema per questioni di tempo… Il mio film preferito è “La leggenda del pianista sull’oceano” di Tornatore.
 
Il tuo rapporto con la letteratura e il tuo libro preferito.
“Novecento” di Baricco, da cui tra l’altro è tratto il film sopracitato.
 
Qual è lo chef che ammiri di più?
Oggi Bottura.
 
Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Consolidare sempre di più Acquolina come punto di riferimento per i ristoranti di pesce in Italia e, perché no, aprire un’altra attività in campagna.
 
Hai mai usato la cucina come arma di seduzione?
Sì, una volta sola, con la mia ragazza!
 
Il tuo motto?
Pensare in grande.
 
Acquista online i biglietti per l'evento
 

Commenti
Nessun commento